Gio21032019

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home ARCHIVIO FIMMG NAZIONALE FIMMG FORMAZIONE : No al l'emendamento Patuanelli per aprire gli accessi al triennio in soprannumero

FIMMG FORMAZIONE : No al l'emendamento Patuanelli per aprire gli accessi al triennio in soprannumero

 concorsuoCiò che è in discussione Senato e che adesso passerà alla Camera impone delle riflessioni. Non si tratta di guerre fra colleghi, è necessario che TUTTI i colleghi aprano gli occhi su quello che si sta verificando.
Concettualmente la Medicina Generale ancora una volta verrà relegata ad"ammortizzatore sociale", una scatola magica che puó risolvere i problemi di una errata programmazione del fabbisogno negli ultimi anni. Tutto questo favorirà inoltre la migrazione anche dalle altre branche specialistiche, dal territorio, dall'emergenza, verso una professione che finora richiedeva un determinato iter, ma che adesso verrà saturato da figure esterne alla Medicina Generale, a tal proposito non si può non considerare la possibilità che viene data dallo stesso decreto di effettuare una formazione complementare all'estero (quindi tutti potranno anche completare la loro formazione fuori dall'Italia, rientrando a svolgere qui il ruolo di MMG in barba alla programmazione).
Vi lasciamo immaginare le possibili conseguenze prevedibili e non, come lo svuotamento dei servizi partenza, creando grave crisi negli altri settori e reparti che rimarranno sguarniti.
Si sta dicendo ai medici di medicina generale: voi potete formarvi gratis, i vostri colleghi specializzandi no invece, avranno la borsa. È accettabile per dei professionisti, al di là di profitti derivanti da altre attività (il cui svolgimento chiaramente sottrarrà del tempo alla formazione) che la politica ci dica questo? Dove arriveremo fra qualche anno?
Formare dei medici gratuitamente renderà implicito che negli anni a venire si stanzieranno sempre meno fondi per le borse di studio del corso di formazione. Vogliamo accettare passivamente queste dinamiche?
"A pensar male si fa peccato" ma ipotizziamo che il trend di "privatizzazione della sanità" subisca un'accelerazione improvvisa anche alla luce dei dati dei bisogni di salute di una popolazione sempre più anziana.
Quale ruolo avranno i medici di medicina generale in questo contesto?
E'ora di alzare la testa e capire che al di là del provvedimento che possa essere utile ad una categoria di colleghi o all'altra in questo momento, la direzione che sta prendendo l'interesse nei confronti della sanità da parte della politica è preoccupante.