Mar11082020

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Dalle province FIMMG ROMA : Per il Coronavirus medici a studio con modalita' regolate di accesso per evitare la circolazione del virus

FIMMG ROMA : Per il Coronavirus medici a studio con modalita' regolate di accesso per evitare la circolazione del virus

 medfamiglia thumb large300 300Sono tutti al lavoro i 4800 medici di famiglia nel Lazio e tutti in Italia insieme alle guardie mediche, ai centralini ed a tutti i medici impiegnti in questa emergenza
Lo stanno facendo nei loro studi in città e in tutti i paesi grandi e piccoli della Regione per garantire assistenza ai malati cronici e far fronte all'emergenza dettata dalla pervasività e aggressività del Covid-19.
A loro spetta anche il controllo degli oltre 500 pazienti in isolamento domiciliare. Le modalità di accesso agli studi sono quelle introdotte per evitare il diffondersi dell'epidemia, per evitare cioè che medici curanti si trasformino in medici untori e gli studi luoghi di trasmissione del virus.
L'orario di apertura degli ambulatori è quello di sempre, solo che da una quindicina di giorni il contatto deve essere preventivo per via telefonica e appuntamento, proprio per evitare assembramenti in studio o contatti tra le persone .

E' lo stesso metodo usato per recarsi ai supermercati, alle farmacie , agli uffici postali. C'è da scontare un pò di attesa ma la soluzione è provare , provare e provare.
Anche la prenotazione delle ricette è per via telefonica, con l'invio via email o sul telefonino dei i codici con cui recarsi in farmacia per il ritiro. I medici sono tutti al loro posto di lavoro per più ore di quelle previste. Se il numero telefonico è occupato occorre avere pazienza e insistere .
In queste ore per altro sta partendo un sistema di sorveglianza territoriale per Covid-19 collegato al Sisp delle asl che farà capo proprio ai medici di medicina generale e che sarà attivato in ogni distretto di tutte Aziende sanitarie regionali. Siamo in campo come sempre a fianco dei nostri assistiti affrontando una situazione eccezionale mai accaduta prima.