Ven14122018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Evidenza CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITA' : Giulia Grillo, presto i nuovi nomi figure avulse dalla politica e dal corporativismo e non menti fossilizzate.

CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITA' : Giulia Grillo, presto i nuovi nomi figure avulse dalla politica e dal corporativismo e non menti fossilizzate.

 grillo45ROMA Tempi ravvicinati per la nomina del nuovo Consiglio superiore di sanità dopo il licenziamento di sana pianta di quello vecchio, in carica da dicembre 2017.
«Ci stiamo lavorando, sarà pronto molto prima di Natale. Sarà composto da personaggi con un profilo avulso da contesti politici e di corporazione. Figure diverse, non i soliti sempreverdi, per capirci»,
afferma il ministro Giulia Grillo. E stata attaccata dalla presidente dell'ex compagine Roberta Siliquini anche perla mancanza di preavviso con cui ha deciso di fare piazza pulita: «Mi dispiace se la sia presa. Da tanto avevo in mente di incontrarla poi una catena di eventi me lo ha impedito. La maternità è stata più impegnativa del previsto. Entro il 5 dicembre dovevo scegliere e ho voluto dare un segnale».
Il Consiglio del prossimo triennio, massimo organo consultivo del ministro sui temi sanitari, sarà formato al 90% da persone che non ne hanno mai fatto parte. A qualcuno verrà chiesto di restare.
«Ho scelto di cambiare non perché gli uscenti non avessero valore scientifico. Tante altre professionalità meritano però di rivestire un ruolo importante». Resterà invariato il numero dei membri che vengono nominati, trenta. Tra chi se ne va, anche qualche esponente molto in avanti con l'età.
Al Css verrà restituito un posto di primo piano. «Negli ultimi anni ha perso smalto proprio perché composto da menti fossilizzate. I grandi temi non sono mai stati affrontati. Ad esempio le grandi questioni sulla formazione dei medici».
Bruno Dallapiccola, genetista, direttore scientifico del Bambino Gesù conferma: «Ero nella prima sezione, la più interessante e creativa, coordinata egregiamente dal preside del Gemelli Rocco Bellantone. Degli oltre 30 documenti approvati ne sono stati pubblicati un paio». Niente da ridire sulla mossa della Grillo: «Ognuno è libero di impostare la sua squadra come ritiene. Io l'ho fatto come direttore scientifico di Casa Sollievo e sofferenza di San Giovanni Rotondo e al Bambino Gesù. Ho riconfermato solo i ricercatori che rispondevano al piano da attuare».
Corriere della Sera del 5 dicembre articolo di : Margherita De Bac