Mar21052019

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Evidenza VACCINI: entro il 10 Marzo obbligo di vaccinare o via dalla scuola, Salvini serve un decreto di rinvio, Grillo la parola va al parlamento, ma un bimbo su dieci non è vaccinato

VACCINI: entro il 10 Marzo obbligo di vaccinare o via dalla scuola, Salvini serve un decreto di rinvio, Grillo la parola va al parlamento, ma un bimbo su dieci non è vaccinato

 scuola 12 thumb other250 250Certificazione d'obbligo entro il 10 o scatterà l'esclusione dalla scuola, non basteranno più le autodichiarazioni e chi ha sottoscritto il falso a inizio anno rischia un processo penale. Arriva al capolinea la proroga alla Legge Lorenzin introdotta lo scorso anno quindi dal 10 marzo la mancata presentazione della certificazione non comporterà la decadenza dell'iscrizione ma potrà interrompere la frequenza fino alla presentazione della stessa . Dopo le autocertificazioni dovranno dunque arrivare i documenti ufficiali, più di qualche famiglia antivaccinista ha autocertificato il falso per poter mandare i figli a scuola qui il rischio è che scatti il procedimento penale, chi non è in regola dovrà affrettarsi e i no vax non potranno continuare a temporeggiare, limitandosi a presentare alla scuola la copia dell'appuntamento per la vaccinazione preso con l'Azienda sanitaria. ll vicepremier Matteo Salvini ha scritto una lettera al ministro della Salute, Giulia Grillo, chiedendo un decreto legge per consentire la permanenza scolastica ai bambini non vaccinati delle scuole d'infanzia 0-6 anni "per evitare traumi ai più piccoli e di prevedere il differimento degli obblighi in scadenza al 10 marzo contenuti nella legge Lorenzin", ha scritto. Ma la Grillo tentenna dimostrando imbarazzo e rimandando al parlamento la decisione sul superamento della legge Lorenzin quella sull' Obbligo flessbile. Dire no alla proposta di Salvini i presidi che sono tassativi e si atterranno alle leggi attuali "Giusta la preoccupazione di non traumatizzare i bambini ma si continua a non tenere conto dei bimbi più fragili, la cui vita sarebbe a rischio se consentissimo ai non vaccinati per motivi ideologici di frequentare la stessa scuola. Non ci possono essere bambini di serie A e di serie B. C'è un tema di salute pubblica per cui non possiamo essere d'accordo" afferma il presidente Antonio Giannelli dell'Associazione Nazionale delle Alte professionalita' della scuola ovvero i Presidi itliani. "E ai traumi dei bambini che i vaccini non li possono fare, e se contagiati rischiano di morire, chi ci pensa?"tuona il virologo Roberto Burioni "Mi stupisco che il ministro Salvini faccia una simile richiesta. Vuole davvero assecondare il peggio del nostro Paese? Vuole proprio guadagnare i voti dei pochi cavernicoli perdendo quelli delle persone per bene, che sono la grande maggioranza? Perché non sente uno dei tanti medici leghisti e capaci prima di uscirsene con simili sparate?".