Ven24092021

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia VARIANTE DELTA: emergenza europea, necessario implementare il tracciamento, serve un estate consapevole

News Italia

VARIANTE DELTA: emergenza europea, necessario implementare il tracciamento, serve un estate consapevole

 100407264-450946d4-288b-47a6-bc85-e14d746fbb2b thumb other250 250Era il 15 Dicembre 2020 quando si riscontrarono i primi casi di variante inglese in Gran Bretagna in Italia gia' erano esplosi i casi ad Ottobre , appare strano che il riscontro fosse di dicembre quando la seconda ondate era partita da settembre è piu' verosimile che la variante inglese al tempo fosse in attività ' ad agosto e sia partita a ottobre da noi e in Inghilterra quasi in parallelo con distanza di qualche settimana, con la metodica dei tracciamenti e tipizzazione che al tempo era minima, per questo gli inglesi hanno messo su un sistema di tipizzazione delle varianti imponente che gli sta permettendo di monitorare ora una situazione in evoluzione con oltre 1 mil di tamponi e 1000 sequenziamenti al giorno . Si continua pero' a fare sempre lo stesso errore di considerare il virus come un oggetto statico e non un organismo adattativo che varia in tempi brevi e che puo' nel giro di pochi mesi riadattare la sua struttura ,e presentarsi differente alla scadenza autunnale, resta sempre il fatto che siamo troppo in anticipo questa è una condizione che sarebbe dovuta accadere a fine agosto settembre non a giugno. Allerta internazionale. Finlandia, Israele, india, Tokio, UK, Brasile, Australia alle prese con varianti delta e delta plus, e' proprio questa variante che sta incrementando ed è sotto osservazione un superamento della Delta che si prepara a d essere dominante nei mesi prossimi. Siamo ancora ben lontani dal non essere vulnerabili, occorre riflettere molto su cosa dovra' rappresentare per noi l'estate perche' se sara' discoteche aperte, movida sfrenata, spiagge affollate, manifestazioni di massa con un "liberi tutti" on demand su pressioni politico economiche, la strada alla terza ondata è aperta, un estate sicura è altro, l'obiettivo è ritardare il piu' possibile un ondata per permettere la vaccinazione a tutti , anche se considerare chi è vaccinato esente del tutto dalla partita non è una certezza è solo un arma in piu' per arginare , anche se vista la situazione epidemiologica siamo in ritardo , solo 31,38 % della popolazione over 12 hanno completato il ciclo vaccinale con 2 dosi o una di Johnson e johnson basarsi solo sui dati attuali ad oggi è fare la politica dello struzzo va programmata la strategia incrementando le tipizzazioni virali , portando i tamponi a regime almeno al triplo degli attuali indipendentemente dalle positivita' e attrezzarsi per la produzione vaccinale a livello italiano ed europeo, il tutto passa attraverso la logica di quanto sara' profonda la mutazione d qui ai primi di ottobre.