Ven24092021

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia CORONAVIRUS : Variante delta in espansione in Europa, Spagna in salita i contagi tra i giovani situazione simile al 2020

News Italia

CORONAVIRUS : Variante delta in espansione in Europa, Spagna in salita i contagi tra i giovani situazione simile al 2020

 coronavirus ospedale Fg thumb large300 300La Variante Delta al 22 giugno aveva una prevalenza pari al 22,7% ed è stata identificata in 16 regioni, con un range tra lo 0 e il 70,6%. Un occhio all'Europa sulla Variante delta va dato e in particolar modo ai paesi vicini , anche se qui in italia il valore del tasso di positività è allo 0,57 per cento, dopo l'inghilterra osservata speciale è la Spagna dove il contagio aumenta tra i più giovani, complic la vita sociale dell'estate movide discoteche e feste, ha un abbassamento dell'età delle infezioni , incredibilmente simile a quello del 2020, per fortuna non stanno salendo i ricoveri , che non avvenne nemmeno nell'estate del 2020, unica variabile i vaccini, il problema è che decine di migliaia di italiani giovani e meno giovani stanno raggiungendo mete turistiche e di movida con una socializzazione che condivideranno con gli spagnoli, ma anche con i britannici, dove la variante Delta è ormai dilagante. variante per quanto diffusiva che certamente non sara' la variante di Ottobre novembre che avra' mutazioni differenti piu' profonde vista la facilita' e la velocita' con cui sta girando in background e su quello dobbiamo puntare, difatti negli states è gia sotto studio la variante B.1.427/B.1.429, denominata epsilon con tre mutazioni a carico della proteina Spike, più resistente agli anticorpi, sia quelli derivanti dalla vaccinazione a Rna messaggero, sia quelli generati a seguito di una pregressa infezione dell'infezione. Attualmente servono due dosi vaccinali per proteggere dalla variante delta e noi siamo in ritardo, lo avevamo detto che i numeri annunciati nei mesi scorsi erano solo delle vaccinazioni singole e non delle doppie vaccinazioni, il numero degli immunizzati con 2 dosi ad oggi è del al 37,2 % della popolazione over 12, ma la percentuale si abbassa se lo rapportiamo alla popolazione intera su cui deve essere calcolato l'effetto gregge del 70%, l'effetto di copertura ottimale è del 80% della popolazione vaccinabile . Nel Lazio le persone immunizzate con 2 dosi, o una del monodose, sono 2.221.071 su 5.165.347 over 12, ne restano da immunizzarne 2.944.276, i cittadini attualmente immunizzati sono il 38,8%, dei non immunizzati il 20,7% ha fatto una sola dose, il resto non ha fatto nemmeno la prima dose. A livello nazionale c'è poi la questione dei quasi 2.900.000 over 60 che non si vogliono vaccinare, si giunge a questa conclusione perche' ormai questa cifra è ferma da giorni , inizia così a serpeggiare l'idea di introdurre un obbligo vaccinale. In tutto questo c'è la carenza dei vaccini che non aiuta.