Dom25092022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia FNOMCEO : Cure a casa con Amazon in usa? 'noi fortunati con il SSN'

News Italia

FNOMCEO : Cure a casa con Amazon in usa? 'noi fortunati con il SSN'

  amazL'evoluzione negli Usa del 'mercatò delle cure domiciliari e dei diversi servizi sanitari al cittadino, a cui sono interessati colossi del privato come Amazon, «dimostrano ancora una volta che siamo molto fortunati ad avere un servizio sanitario nazionale come il nostro, il cui obiettivo è esclusivamente la salute». A dirlo, ALL'ADNKRONOS SALUTE, il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli. «Nel nostro sistema - aggiunge - si tende a garantire le cure domiciliari. E il Pnrr punta a portare questo tipo di assistenza, che oggi rappresenta il 4% delle cure erogate, al 10%, gratuitamente senza costi per i cittadini. Questo vuol dire che sistemi come quello italiano, basati sulle cure primarie, riescono a fornire ai cittadini un tipo di assistenza che non ha limitazioni economiche. Con Amazon e le altre catene che si contendono il mercato americano della salute, ricordiamo che il servizio si paga». Le cure domiciliari, in generale, «si svilupperanno enormemente in futuro. Non solo per l'assistenza medica, ma anche per quella infermieristica e per quella farmaceutica su cui credo che Amazon punti particolarmente». Il sistema privato, per Anelli, «non va certo demonizzato ma, se guardiamo alla globalità della risposta di assistenza, i nostri indicatori di salute sono molto alti. E, a parità di costo, siamo ai primi posti per efficacia: siamo uno dei popoli più longevi al mondo grazie anche ad un'assistenza sanitaria che punta molto sulle cure primarie oltre che all'efficienza degli ospedali. Studi internazionali hanno dimostrato che il rapporto continuativo con il proprio medico produce di per sé un miglioramento della qualità della vita. Perdiamo forse un pò di efficienza rispetto al privato, che può essere più veloce, ma in termini di salute acquisiamo di più, perché il beneficio per l'intera popolazione non ha eguali: dal nostro medico di famiglia si può andare senza appuntamento, senza pagare ticket, son previste le visite domiciliari e non ci sono differenze tra cittadini», conclude.