Dom25092022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia PAXLOVID: Magrini AIFA , "siamo il paese europeo con piu' trattamenti in atto" . Nessuna ipoprescrizione, in 14 giorni, + 12,4% grazie ai medici di famiglia

News Italia

PAXLOVID: Magrini AIFA , "siamo il paese europeo con piu' trattamenti in atto" . Nessuna ipoprescrizione, in 14 giorni, + 12,4% grazie ai medici di famiglia

 paxlovidIl Paxlovid è poco prescritto in Itlalia ? pare di no in quanto siamo attualmente il paese europeo con piu' trattamenti in atto , solo la Corea del Sud e gli USA ci superano ,a fugare i dubbi e le accuse ai medici italiani di ipoprescrizione ci pensa il direttore dell'AIFA Magrini che in un intervista resa al quotidiano Repubblica fa il punto sulla prescrizione di antivirali in Italia "da oltre tre mesi siamo il Paese europeo con il maggior numero di trattamenti con il farmaco antivirale Paxlovid." Ha dichiarato il direttore "Abbiamo allargato (da Aprile ndr) la facoltà di prescrivere gli antivirali ai medici di famiglia. Abbiamo dato la possibilità di trovarli in farmacia e il solo criterio dell'età (almeno 65 anni) è sufficiente per ottenere il farmaco. Israele è sopra di noi per numero di trattamenti, ma ha avuto a disposizione il prodotto circa un mese e mezzo prima rispetto all'Italia. Per quanto riguarda Paxlovid di Pfizer, l'antivirale più usato, il nostro Paese oggi conta 56mila trattamenti. In Europa è il numero più alto. Corea del Sud e Stati Uniti ci superano, e non nego che anche noi abbiamo margini di miglioramento, ma Paxlovid ha anche delle controindicazioni importanti." Ha concluso Magrini " Credo che l'obiettivo giusto sia arrivare a trattare attorno al 10% dei positivi". Attualmente sono 118.081 i pazienti con Covid-19 che hanno ricevuto un trattamento antivirale precoce in Italia (+5,7% rispetto all'ultimo monitoraggio di 14 giorni fa) È quanto emerge dal 17/mo report dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sugli antivirali contro il Covid-19 I trattamenti avviati con Paxlovid, (autorizzato in Italia da fine aprile 2022), sono stati 56.414, la regione con il maggior numero di trattamenti è il Lazio (6.558) seguita dalla Lombardia (6.505). Dal 17 al 23 agosto, le richieste nazionali sono aumentate dell'8,1% rispetto al report di due settimane prima. Un aumento trainato dalle terapie acquistate attraverso la distribuzione per conto (Dpc), ovvero prescritte dal medico di base e ritirate dal paziente in farmacia sotto casa: in 14 giorni, sono aumentate del 12,4%, per un totale di 29.973 segno che la presunta ipo prescrizione denunciata da molti oltre a non essere vera, denota solo una progressiva acquisizione prudenziale di un approccio farmaceutico in termine di verifica e controllo sugli effetti e interazioni. Sul fronte ospedaliero le prescrizioni di Paxlovid, finora sono state 26.518, con una crescita del 3,7% in 2 settimane.