Mar21082018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

VACCINI: Associazione presidi, impossibile impedire i contatti tra chi è immunodepresso e chi non è vaccinato, chiesto incontro al ministro

scuola thumb medium250 250"Sarà impossibile escludere tra immunodepressi e non vaccinati: come si possono mantenere le distanze in palestra, in gita o in corridoio?", sulle affermazioni del ministro Grillo interviene Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale dei presidi. in un intervista al Messaggero "Si tratta di una complicazione per le scuole che sono il posto migliore per diffondere il contagio: ambienti caldi con finestre chiuse", spiega Giannelli che in una lettera al ministro ha richiesto un incontro urgente
"Questa Associazione," scrive " forte dell'adesione di oltre il 50% dei dirigenti scolastici in servizio nonché di numerosi docenti, costituisce da sempre un punto di riferimento sindacale e professionale per la categoria e per la scuola. La paventata eventualità di un differimento degli obblighi vaccinali pone enormi problemi organizzativi al sistema educativo. Non è realisticamente ipotizzabile, in particolare, l'eliminazione del rischio di contagio per i bambini impossibilitati a vaccinarsi mediante un inserimento in classi »differenziate, I media hanno inoltre veicolato il messaggio, totalmente infondato, che fa sembrare le autocertificazioni come soluzioni semplici e prive di conseguenze anche penali. Le chiedo pertanto un incontro urgente per affrontare in dettaglio la questione".

VACCINI: via libera del Senato al decreto milleproroghe con il rinvio delle sanzioni per i non vaccinati nelle scuole bagarre in aula ma il decreto non avra' effetto.

novax44Via libera del Senato con 148 sì, 110 voti contrari e 3 astenuti al decreto mille prorghe con l'emendamento 5Stelle-Lega che prevede il rinvio dell'obbligo di vaccino per nidi e materne. Bagarre in aula tutti senatori dem sono intervenuti contro l'inserimento della materia all'interno del decreto. Che pero' passa lo stesso ma non potra' essere operativo in quanto il decreto dovra' essere discusso e approvato alla Camera nella prima seduta utile che sara' l'11 settembre in ritardo rispetto alle iscrizioni nelle scuole. Pertanto i genitori dovranno vaccinare i figli lo stesso e produrre un autocertificazione che in caso fosse mendace esporrebbe chi la produce ad un procedimento penale sia nel caso della dichiarazione aggravata se il bambino dovesse contagiare altri bambini. Resta comunque alta la tensione con minaccie di no vax in rete contro Burioni in un fotomontaggio imbavagliato con dietro la bandiera delle brigate rosse mostrato nella protesta contro l'emendamento in aula post su facebook di cui si sta interessando la procura.

METODO PANZIRONI: Agcom il canale 61 "Life 120" è per lo sport, non può parlare di salute

panzironi33 thumb other250 250Il canale 61 attualmente denominato "life 120" dovrebbe trasmettere eventi sportivi e non di salute così l'AGCOM, il canale invece trasmette video e trasmissioni con Adriano Panzironi che propaganda il suo stile di vita proprio il life 120 mettendo in discussione la medicina ufficiale. L'AGCOM nei mesi scorsi aveva avviato un inchiesta dopo la denuncia alla Procura della Repubblica dell'Ordine dei Medici di Roma per abuso della professione medica. A seguito di cio' la stessa AGCOM dopo aver rilevato l'utilizzo improprio del canale, ha inviato una segnalazione al Ministero dello Sviluppo Economico che ha il compito di vigilare sul corretto uso delle numerazioni delle frequenze tv per gli opportuni provvedimenti. Nei gioni scorsi in una interrogazione il il governo era stato sollecitato a intervenire su Agcom per verificare la regolarità de Il cerca salute, il programma del giornalista Adriano Panzironi che, da anni, svela in televisione «le vere cause» di varie malattie.

VACCINI: una petizione contro lo stop alla legge Lorenzin sui vaccini nel decreto milleproroghe

vaccinipetizioneAl via una petizione lanciata da un gruppo di mamme preoccupate dello stop alla Legge lorenzin sulle vaccinazioni . invitiamo tutti a sottoscriverla all'indirizzo :

http://www.change.org/p/onorevoli-parlamentari-della-repubblica-italiana-difendiamo-tutti-si-ai-vaccini-per-andare-a-scuola-no-agli-emendamenti-nel-milleproroghe

...............................................................................................................
Le vaccinazioni sono uno strumento di protezione individuale. Ma sono anche uno strumento indispensabile per proteggere chi non ha un sistema immunitario pienamente efficiente. Condividiamo questo appello di un gruppo di mamme di bambini immunosoppressi: una lettera che vi chiediamo di firmare, perché sarà inviata a tutti i parlamentari per evitare che gli emendamenti proposti al Decreto Milleproroghe (ne abbiamo parlato qui: https://www.facebook.com/iovaccino/posts/2089221187768275) rendano inutile la legge attualmente in vigore.
"Carissimi,
siamo un gruppo di mamme accomunate dallo stesso destino: le patologie al fegato dei nostri bambini. Patologie che le persone sane non conoscono e non hanno mai sentito pronunciare, malattie crudeli che hanno portato i nostri bimbi al trapianto e a essere immunosoppressi, patologie spaventose che ci hanno costrette a combattere con i nostri figli una battaglia grande, alla faticosa scalata di una montagna.
Iniziamo dal principio, per spiegarvi il motivo della nostra lettera.
La nascita di un bimbo è un evento gioioso ma nel nostro caso la felicità è stata presto spezzata da diagnosi di malattie rare. Diagnosi che scaraventano in un mondo che nessun genitore e nessun bambino dovrebbero conoscere. Una nuova vita che invece di iniziare al caldo dell'amore dei familiari, comincia tra le fredde pareti di un ospedale. Giorni interminabili di esami, di aghi infilati in piccole braccia che dovrebbero sentire solo l'amore. E pianti, tanti pianti. Dolore di interventi necessari per cercare di cambiare un destino che fa paura, occhi di genitori che invece non hanno tempo per piangere: devono sorreggere i loro bambini e combattere con loro questa battaglia. Genitori che la morte l'hanno vista davvero in faccia e l'hanno tenuta lontana con tutte loro forze. Giornate intere scandite dal rumore di una pompa-siringa che suona o dall'andirivieni dei passi di un'infermiera, giorni di solitudine e terrore, di paura che ti blocca il cuore in gola. Loro, piccoli giganti guerrieri che combattono con forza immensa, aggrappati alla vita. Momenti che nessuna di noi augurerebbe al proprio peggior nemico.
Il trapianto è stato una salvezza per i nostri bambini. Non una passeggiata, sia chiaro: ma una luce nel buio, nonostante le difficoltà e i rischi. Il più grande: l'immunosoppressione. Sapete cosa significa? In parole semplici, la soppressione di parte del sistema immunitario, necessaria a prevenire il possibile rigetto dell'organo trapiantato. Una condizione in cui quelle che per tutti voi potrebbero essere "semplici" malattie, per i nostri bambini rappresentano il rischio di gravi complicazioni e conseguenze molto serie: una varicella o un morbillo, nei nostri bambini, avrebbero effetti devastanti sul fegato trapiantato. Le malattie virali sono molto pericolose per i nostri figli e rappresentano un rischio supplementare che abbiamo il diritto di non correre, perché può essere facilmente evitato.Eccoci arrivati al dunque: l'autocertificazione delle vaccinazioni e la cancellazione del termine del 10 luglio per presentare la documentazione a scuola recentemente introdotte dal governo. Si vuole veramente giocare con la pelle dei nostri bambini? Noi non ci stiamo e non lo permetteremo mai! I nostri bambini, tutti i bambini, hanno diritto a una protezione che un'autocertificazione non offre, perché non esiste nessuna garanzia di controllo, perché non è previsto un termine certo e a scuola si può entrare anche senza, perché le conseguenze di un abuso di questo strumento non sarebbero limitate a chi lo commette e ricadrebbero sugli altri, proprio sui più fragili.Non cerchiamo pietà o compassione, non è di questo che i nostri bambini hanno bisogno. Meritano semplicemente una vita normale, fatta di corse nei prati con i compagni di scuola, di abbracci senza paura e di risate con gli amici: un'autocertificazione può assicurargli tutto questo?Per questo ci battiamo, per i nostri bambini e per tutti quelli che hanno diritto di vivere in un ambiente protetto, diritto che lo Stato ha il dovere di garantire.Vogliamo precisare che non ci interessano le scelte politiche o le strategie che hanno portato alla scelta della sola autocertificazione: noi pretendiamo la tutela dei bambini e il rispetto della loro condizione.Crediamo fermamente che i nostri bambini abbiano il diritto di sentirsi sicuri e che questo diritto debba essere anche un impegno dello Stato e delle istituzioni: siamo la voce dei nostri bambini, siamo la loro forza.
Guardate gli occhi dei nostri bambini perché crediamo che a questi occhi dovete tanto."
Aiutateci anche voi!

VACCINI: Grillo, bambini immunodepressi in classi con solo vaccinati, nessuno stop all'obbligo abbiamo sospeso solo una delle sanzioni

grillo45Le classi con bambini immunodepressi o che non possono vaccinarsi per motivi di salute in classi di solo vaccinati , questa la proposta operativa annunciata in un lungo post su facebook del ministro della Salute Giulia Grillo "Insieme al ministro dell'Istruzione" ha scritto il ministro "garantiremo a tutti i bambini immunodepressi, quelli che non possono scegliere se vaccinarsi o meno, l'adeguata collocazione in classi in cui è assicurata la copertura vaccinale. In questo modo dando la priorità a chi non può scegliere rispetto a chi può scegliere di vaccinarsi e decide comunque di non farlo." Quindi in caso di soggetti che non potranno essere vaccinati dovra' essere allontanato dalla classe chi non è stato vaccinato. Il ministro ha anche annunciato che "È allo studio dei parlamentari un disegno di legge che prevede un obbligo flessibile nel tempo e nello spazio. Ossia uno strumento razionale e di buon senso che contempera il diritto alla salute collettiva e individuale. Un'impostazione che manterrò anche durante il passaggio parlamentare. Le vaccinazioni sono un tema troppo importante e non va fatta una guerra alla razionalità." Per quanto concerne l'obbligo il ministro tiene a precisare che non è stato fermato l'obbligo che resta ma solo uno dei regimi sanzionatori "ribadisco" ha precisato il ministro "che i bambini dovranno continuare a essere vaccinati e i genitori dovranno ancora presentare le certificazioni. È stata sospesa per un anno una delle tre forme sanzionatorie previste dalla stessa legge, che prevede il non accesso dei bimbi non vaccinati agli asili nido e alle scuole materne. Nessun passo indietro sull'obbligo vaccinale."

VIOLENZA MEDICI: Giulia Grillo un disegno di legge antiviolenze negli ospedali al prossimo Consiglio dei Ministri

violenzame thumb other250 250"Le ripetute e gravissime aggressioni nei pronto soccorso e negli ospedali ai danni del personale sanitario, non possono avere alcuna spiegazione e tanto meno alcuna giustificazione."Così il ministro Giulia Grillo Dopo la notizia di ulteriori aggressioni a medici in servizio " I fatti anche di queste ore confermano l'assoluta necessità di un intervento legislativo, come già avevo annunciato. Ho chiesto di presentare al prossimo Consiglio dei ministri un disegno di legge a tutela dei dipendenti del Ssn che lavorano sul fronte dell'assistenza ai cittadini. Il provvedimento prevede l'inasprimento delle sanzioni penali nei casi di aggressioni al personale e presidi di Forze dell'Ordine per la sicurezza delle strutture. Tra le altre misure propongo anche l'istituzione di un Osservatorio anti-violenze e una campagna di comunicazione e di informazione per i cittadini sul ruolo degli operatori sanitari"