Ven17082018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio CASO BARILLARI: Bartoletti (Fimmg) scienza subordinata alla politica tipico dei regimi totalitari

CASO BARILLARI: Bartoletti (Fimmg) scienza subordinata alla politica tipico dei regimi totalitari

 bartoletti22 thumb other250 250Parlare di scienza in contrapposizione od in subordinazione alla politica è proprio di storici regimi totalitari che usavano in modo distorto e strumentale fatti scientifici per fare le peggiori schifezze della storia umana. Non è il caso di fare paragoni simili, però ricordare non fa male. Diciamo che mentre la scienza tende, non sempre riuscendoci per umani limiti, a rendere tutto evidente, ripetibile, la politica ovvero il governo della cosa pubblica ha delle sfumature che non sempre sono razionali. La politica tende a rappresentare l'interesse generale e chi viene votato ed eletto nel corso del mandato svolge il suo programma sempre nell interesse generale sia all opposizione che al governo. L'interesse generale è quello che tutela i ricchi, i poveri, gli svantaggiati, i malati, i deboli, almeno nella cultura europea attuale. La cosa pubblica in italia non è che abbia grande successo, quello che è pubblico è di tutti e purtroppo per molti equivale a dire di nessuno e quindi poco tutelata. La salute è un bene che la Nostra costituzione tutela, le regioni gestiscono il sistema pubblico, lo stato garantisce i livelli di assistenza. Nonostante il risicato finanziamento il sistema italiano non sfigura tra quelli europei. Sul tema vaccini aldilà delle opinioni c'è da chiedersi se l'interesse generale sia quello di garantire una copertura idonea tale da evitare casi di malattie trasmissibili e pericolose oppure quello di salvaguardare opinioni per quanti rispettabili ma senza dati di fatto a sostegno. Se sia di interesse generale garantire a tutti i bambini in età scolare un contesto privo di rischi infettivi oppure no. Un medico se deve usare un prodotto informatico lo chiede a chi ne capisce così come se deve ristrutturare casa lo chiede ad un ingegnere. In sanità invece è ormai prassi consolidata ‭sparare sul pianista. Una volta perché ha interessi personali una volta perché e' soggiogato da big pharma una volta perché fa solo gli interessi della categoria. Beh, chi la pensa così non parla dei medici. Un medico non vaccina perché ci guadagna, non vaccina chi non vuole essere o non può essere vaccinato, non vaccina perché qualcuno gli dice di farlo. Chi fa così non è un medico. Sulla politica così come su ogni lavoro professione o disciplina ci sono le persone oneste ed i disonesti. Anche nella politica ci sono ma nessuno si sogna di delegittimare una classe dirigente per colpa di qualche cialtrone oppure di adombrare chissà quali nefandezze solo per il fatto che ci sia resi disponibili a rappresentare politicamente la volontà popolare. Questo noi. Sui medici, purtroppo, e si vedono i risultati con le violenze continue, non possiamo dire la stessa cosa.
PL Bartoletti FIMMG Roma