Sab16012021

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio USCAR : "Poche visite e solo poche attivate" ecco il bluff elettorale dei piccoli sindacati, su di una struttura attuale di 250 unita', sottoutilizzata dalle strutture Asl e 118, che ha pero' fatto 70.000 visite a domicilio

News Lazio

USCAR : "Poche visite e solo poche attivate" ecco il bluff elettorale dei piccoli sindacati, su di una struttura attuale di 250 unita', sottoutilizzata dalle strutture Asl e 118, che ha pero' fatto 70.000 visite a domicilio

 corona1rif thumb other250 250Che il periodo elettorale romano potesse ingenerare grossi bluff e che a questi bluff si accodassero sigle sindacali minoritarie della medicina Laziale poteva essere un effetto collaterale di una socializzazione modello "sardina" ma se da un lato stanno tentando la solita caccia al "credulone" dall'altro sono i numeri regionali a smentire slogan improponibili editi da chi ambisce ad una comoda poltrona quadriennale.
Nell'ultima rilevazione regionale fatta da QUOTIDIANO SANITA' nella regione Lazio ci sono 250 USCAR (vale a dire 133 in più rispetto allo standard di una Usca ogni 50mila abitanti) e ogni unità mobile è composta da un medico e un infermiere , una soglia molto al di sopra della delle 117 USCA imposta dal Governo nazionale , ed anche molto piu differenziata, perché copre oltre al domiciliare con tamponi e visite , anche nei dei covid hotel, nelle rsa, nelle case di cura, cosa non prevista nelle USCA nazionali . Un sistema che ha posto il Lazio tra le regioni piu' virtuose dal punto di vista del contenimento dei contagi e del ricorso agli ospedali, in quanto le USCA-R sono poste sotto il controllo dello SPALLANZANI istituto di riferimento a livello nazionale.
Un problema in tutto questo c'è ed è quello dell'attivazione che è di competenza dei distretti sanitari dopo la segnalazione del medico e del 118 su richiesta diretta della centrale operativa , e qui sta il "collo di bottiglia a cui si dovra' mettere mano presto.G.

LA TABELLA COMPARATIVA DELLE USCA IN ITALIA