Dom25092022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio ROMA 6 CIAMPINO : sindacato minoritario della medicina Generale tenta ricorso contro mmg pensionati in proroga, migliaia di cittadini rischiano di restare senza medico

News Lazio

ROMA 6 CIAMPINO : sindacato minoritario della medicina Generale tenta ricorso contro mmg pensionati in proroga, migliaia di cittadini rischiano di restare senza medico

 fileasl33 thumb medium250 250E' un segnalazione che ci è arrivata dalla Roma 6 con tanto di lettera di accompagnamento e atti che pubblichiamo qui sotto, di una situazione surreale nella Zona di Ciampino, un ricorso di un piccolo sindacato della Medicina generale su NOMINE LEGITTIMAMENTE DELIBERATE, è quanto di meglio chiedevano i cittadini di quella citta', che rischiano di non avere piu' assitenza medica nei prossimi mesi , è la prima volta che un sindacato che dovrebbe tutelare i medici va contro i medici stessi e non solo, ma contro gli abitanti di un intero paese dell'Hinterland romano in difficolta' ...buona lettura (Ndr)

---------------------------------------------------

Dai colleghi mi guardi Iddio, che dai nemici ci penso io.

Questa non si era mai vista. Al peggio non c'e' mai fine, sotterrati di lavoro ed incombenze, in carenza di medici di famiglia, con vaste aree carenti, con una fuga verso la pensione di molti e la richiesta di alcuni, pochi, di prolungare il servizio, cosa che però su Roma non è possibile, dei colleghi scandalizzati ci mandano per email una comunicazione che leggerete di seguito che ci lascia basiti.
Un noto sindacato medico, sezione di Roma, leggete il...... nome sulla missiva, invece di impegnare le proprie risorse ed energie nel miglioramento del servizio ai cittadini e della condizione lavorativa dei colleghi, soprattutto quelli nelle aree carenti, "CHIEDE" "l'immediata cessazione della proroga di una collega", che aveva chiesto ed ottenuto il prolungamento dell'attività, in quanto esercitava in zona carente, teniamo conto che in zona non ci sono nuove entrate dal 30 luglio cessera' un altro medico non sostituito.
Questo come epilogo di ben due istanze di accesso agli atti con relative spese del 27.12.21 e 1.02.22. Tutto ciò con la minaccia di "segnalazione alla Corte dei Conti competente" (da parte dello stesso Sindacato) per un fantasioso danno erariale.
Una cosa che lascia sbigottiti. Ma a ben vedere neanche tanto. Sono gli stessi che nella prima ondata facevano RICORSI AL TAR contro La USCAR, peraltro persi , contro la partecipazione dei medici di famiglia alla Uscar, anche questi persi, che erano contro le visite domiciliari ai malati Covid, persi pure questi ; contro i tamponi antigenici negli studi, favorendo i farmacisti, contro la proroga delle segnalazioni di isolamento. Ma questi qui, c'e' da chiedersi, che lavoro fanno? A voi il giudizio. Noi non abbiamo parole. Ma per onestà leggetevi la lettera, molto istruttiva.

IL TESTO DELLA LETTERA DEL RICORSO