Dom24062018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

INDENNITA’: La Fimmg avvia una ricognizione dopo le segnalazioni sulle trattenute economiche sui cedolini per la dematerailizzata

medicofamiglia21La Fimmg Lazio ha disposto una segnalazione alla Regione, e sta monitorando la situazione in merito ai recuperi economici effetuati questo mese nella voce per la ricetta dematerializzata.
La regione, interpellata su questo, ha risposto che a tutt'ora non ha emesso alcuna disposizione in merito, e che probabilmente l'iniziativa è delle singole ASL , comunque controlleranno la prossima settimana.
Stiamo tenendo sotto controllo la questione e vi informeremo non appena avremo notizie in merito.

MENINGITE : in una scuola all'Eur, Asl Rm2: "È virale e non serve profilassi"

scuola 12 thumb250 250"In riferimento agli articoli comparsi sui quotidiani relativi al caso di meningite riscontrato in un alunno della scuola materna 'Leonardo da Vinci', si informa che, a seguito di ulteriori analisi cliniche effettuate dal Policlinico Gemelli, e' stato isolato il virus influenzale ceppo H1N1, pertanto si tratta di meningoencefalite virale e non batterica, ragione per cui non e' piu' necessario effettuare la profilassi". Lo fa sapere, i nun comunicato , il direttore generale dell'Asl Roma 2, Flori Degrassi.

ASL ROMA 1: Comunicato in risposta all'On Di Battista sull'impossibilta' di effettuare le vaccinazioni nel presidio di Via Plinio

battista-400x200In merito alla denuncia a mezzo social postata questa mattina dall'Onorevole Alessandro Di Battista circa l'impossibilità di effettuare una vaccinazione nel centro di via Plinio, si precisa quanto segue:

1. la ASL Roma 1 da giugno 2017 – data del Decreto Legge sulla prevenzione vaccinale – ha eseguito complessivamente circa 50.000 vaccinazioni.

2. Il presidio di via Plinio ogni giorno mediamente vaccina 110 bambini e non 20 come erroneamente dichiarato. A conferma di questo, nella prima parte della mattina di oggi sono stati trattati 90 bambini.

3. Nella ASL Roma 1 l'accesso alle prestazioni vaccinali avviene su prenotazione attraverso diversi canali:

• Un Call Center Aziendale dedicato, costituito da un pool misto di operatori di sportello e sanitari (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 17) in grado di dare informazioni, prenotazione e attestazioni; da luglio 2017 ha gestito oltre 70.000 chiamate e risposto a oltre 26.000 e mail

• La pagina facebook aziendale - attiva sette giorni su sette - che ha gestito circa 3000 quesiti e richieste inerenti i vaccini, con estrema soddisfazione dell'utenza

• recup regionale.

4. Per garantire e semplificare il rispetto del calendario vaccinale alle famiglie, in tutti i centri della ASL Roma 1 c'è la possibilità di accedere liberamente senza prenotazione per le vaccinazioni obbligatorie dei primi nati e per i richiami dei 5/6 anni.

5. In caso di eventuali disservizi segnalati che possono verificarsi, visto il volume della domanda, è cura dei servizi stessi contattare il cittadino per trovare rapidamente soluzioni adeguate e condivise. Anche in questo caso, infatti, – come avviene per tutti gli altri bambini - la famiglia Di Battista, che pure non si è rivolta ai servizi aziendali, è stata contattata per effettuare oggi stesso il vaccino necessario.

6. Ci teniamo infine a sottolineare che in data odierna erano in servizio presso il Presidio due medici, 3 infermieri e 4 operatori di sportello. Quindi non risponde affatto al vero la grave denuncia che all'interno della struttura non vi fosse personale.

Si coglie anzi l'occasione per ringraziare tutti gli operatori dei nostri centri, che in questi mesi hanno garantito un servizio pubblico importante per la tutela della salute con competenza e professionalità, nonostante il maggior afflusso della domanda.

ACCORDO REGIONALE: Le prime istruzioni operative della Fimmg

mediciepcSono state approntate dalla sezione della Fimmg Roma le prime istruzioni operative inerenti l'accordo regionale appena pubblicato sul BURL

IL DOCUMENTO (solo iscritti)

ACCORDO REGIONALE: Pubblicato sul BURL del 11/01/2018 quello per la Medicina Generale

medicoscrive copy thumb other250 250Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Del 11/01/2018 Numero 4 E' stato pubblicato il Decreto del Commissario ad Acta 22 dicembre 2017, n. U00565 con la Presa d'atto dell'Accordo sottoscritto tra la Regione Lazio e le OO.SS. dei Medici di Medicina generale avente per oggetto " La nuova sanita' nel Lazio: Obiettivi di salute e Medicina d'iniziativa." Ovvero l'accordo regionale per la Medicina Generale.

Per gli iscritti Fimmg seguiranno delle istruzioni per poter effettuare le domande per le varie indennita' e iniziative previste.

IL TESTO DEL BURL

ASL ROMA 5: Francesco Malatesta nuovo Direttore Generale

malatestaL'Asl Roma 5 ha un nuovo direttore generale facente funzione. Si tratta di Francesco Malatesta, che prende il posto di Vitaliano De Salazar, nominato al vertice della Roma 3. Malatesta è stato in passato dirigente in realtà ospedaliere importanti come il San Camillo ed il San Giovanni.

REGIONE LAZIO: migliora la situazione degli accessi nei PS

Ambufest logo thumb other250 250(Nota regione Lazio) nei primi tre giorni del 2018 un lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo nello scorso anno. Dalla rilevazione che si effettua quotidianamente alle ore 14 è emerso che in tutte le strutture romane gli accessi sono in totale 4017 contro i 4.137 dello stesso periodo dello scorso anno. 1.063 i pazienti in attesa di ricovero o trasferimento contro i 1.090 del 2017.
Un lieve miglioramento che si verifica nonostante il picco influenzale: quest'anno il Lazio è tra le regioni più colpite in Italia per i casi di influenza con un'incidenza di 14 casi ogni 1.000 assistiti. Si ricorda che si è ancora in tempo per la vaccinazione anti influenzale, gratuita per gli over 65. Anche l'andamento della sosta superiore ai 30 minuti dei mezzi del 118 (rilevamento effettuato dal 20 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018) dimostra un decremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Aumentati gli invii in Pronto soccorso da mezzi del 118: dai 7.760 nello scorso anno a 7.805 di quest'anno.

Numerose le misure messe in campo per fronteggiare l'emergenza e limitare le difficoltà dovute all'elevato numero di accessi:

l'invito a tutte le strutture a dimettere i pazienti 7 giorni su 7, compresi sabato e domenica
l'apertura di 29 ambulatori medici di famiglia il sabato e la domenica, compresi i giorni festivi (aperti anche nelle giornate del 6 e del 7 gennaio)
l'apertura di tre presidi per i pediatri di libera scelta il sabato, la domenica e i giorni festivi (aperti anche nelle giornate del 6 e del 7 gennaio)
l'accordo con tutte le strutture private presenti sul territorio per la gestione dei trasferimenti

Si ricorda a tutti l'importanza di recarsi al pronto soccorso solo in caso di emergenza rivolgendosi, per i casi non gravi, al medico di famiglia o al pediatra.