Mar21052019

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni PADOVA: la Fimmg dota di un Gps le guardie mediche per proteggerle.

PADOVA: la Fimmg dota di un Gps le guardie mediche per proteggerle.

 guardia-medica-web thumb250 250La Fimmg di Padova interviene nella tutela della sicurezza dei medici in continuita' assistenziale e lo fa dotandoli di un localizzatore Gps salvavita le sue funzionalita' le spiega Mariateresa Gallea, segretario provinciale della Fimmg «Si tratta di una sorta di orologino, che consente di geolocalizzare un collega anche nel caso in cui non possa dire dove si trovi Se invece, in caso di pericolo, il dottore sia in grado di chiamare aiuto, può schiacciare il pulsante SOS, che compone automaticamente numeri di emergenza predefiniti e consente comunicazioni verbali bidirezionali. Noi forniremo gratuitamente a tutti gli iscritti questo dispositivo, comprensivo di Sim con numero dedicato e configurato per la chiamata d'emergenza verso le forze dell'ordine». Proprio su questo l'assessore Gallea ha incontrato il prefetto Renato Franceschelli, per ottenere la dovuta l'autorizzazione a collegare il Gps alle centrali di polizia e carabinieri, «sensibile alla necessità di offrire sicurezza ai medici incaricati di pubblico servizio». «Ha offerto la propria disponibilità a collaborare al progetto e a inserire i numeri Sim dei dispositivi Gps in un apposito elenco».
«Se il progetto avrà successo, lo estenderemo dal territorio dell'Usl 6 Euganea (13 sedi per 35 Guardie mediche, ndr ) a tutto il Veneto – ha dichiarato Domenico Crisarà, segretario regionale della Fimmg - siamo i primi d'Italia a lanciarlo e potrebbe essere adottato in altre regioni. Il dispositivo serve anche a tutelare i pazienti: non di rado ci troviamo di fronte al marito che picchia la moglie o al malato psichiatrico che alza le mani sui familiari o a persone armate fuori controllo. Sono situazioni ad alto rischio che non possono più essere ignorate».