Ven20092019

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni ORISTANO: Ghilarza, guardie mediche al Pronto soccorso, Fimmg diffida la Assl non hanno una formazione specifica per l'urgenza,

ORISTANO: Ghilarza, guardie mediche al Pronto soccorso, Fimmg diffida la Assl non hanno una formazione specifica per l'urgenza,

 prontosoccorso thumb250 250Il No dopo la nota del 10 agosto scorso firmata da Sergio Pili della direzione del presidio ospedaliero unico dell'Assl di Oristano dove contestulmente all'annuncio della riapertura del pronto soccorso, ha comunicato "l'inserimento dei medici di continuità assistenziale del punto guardia di Ghilarza nei turni diurni festivi, il sabato e i notturni di servizio per garantire la ripresa dell'attività del primo soccorso. "Le guardie mediche non hanno una formazione specifica per l'urgenza e, anzi per definizione assicurano la continuità dell'assistenza del medico di famiglia – spiega Alessandro Usai, segretario Fimmg -. Il servizio di pronto soccorso ha invece specificità particolari, è strutturato con personale formato per l'urgenza, con rapporto di dipendenza con l'Ats e con garanzie di tutela medico legale".
La stessa Fimmg ha diffidato la asl con una lettera :
Questa organizzazione sindacale è venuta a conoscenza della proposta del Dott. Sergio Pili, della direzione sanitaria ospedaliera della ASSL 5, sull'inserimento di turni di Guardia Medica per copertura totale di orari di Pronto Soccorso notturni e festivi presso l'Ospedale di Ghilarza.
E questo nonostante l'ACN e l'AIR non prevedano utilizzo della Guardia Medica al di fuori delle mansioni prescritte e perfino senza che ci sia stata una preventiva trattativa o acquisizione di disponibilità dei medici di Continuità Assistenziale interessati.
Vista la specificità del servizio di Pronto Soccorso, strutturato per personale medico formato per l'urgenza, con rapporto di dipendenza con l'ATS, con peculiari garanzie di tutela medico legale;
Vista per contro la specificità del servizio di Continuità Assistenziale che prevede l'operato di Medici di Medicina Generale a rapporto convenzionale con l'ATS, senza formazione specifica per l'urgenza e che per definizione assicura la continuità dell'assistenza del medico di famiglia;
Visto inoltre che il Dottor Pili non dovrebbe avere nelle sue competenze quella di organizzare qualunque attività della Continuità Assistenziale e tantomeno se diverse da quelle definite dagli Accordi Nazionali e Regionali della Medicina Generale,
La Fimmg provinciale di Oristano DIFFIDA l'ASSL/ATS a prendere iniziative avventuristiche sulla pelle dei Medici di Medicina Generale con ordini di servizio illegittimi che mettono a rischio l'assistenza ai pazienti e la sicurezza degli operatori.
Alessandro Usai – Segretario provinciale FIMMG
Il direttore generale dell'Assl Mariano Meloni ha pero' puntualizzato che : "I medici della continuità assistenziale si occuperanno dei codici bianchi. I casi più gravi potranno essere affrontati con la consulenza del medico del reparto di Medicina come accadeva anche prima oppure se necessario trasferito altrove".