Mar21082018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni

DALLE REGIONI

MILANO : Incubo legionella in pochi giorni 14 casi a Bresso

legionella14 casi a Bresso di legionella avviate le indagini da parte del dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria dell'Ats di Milano, una vittima e 13 contagiati il bilancio un uomo di 94 anni è deceduto domenica sera all'ospedale Bassini, per le complicazioni della malattia, altri 13 pazienti, tra i quali diversi anziani, ricoverati tra l'ospedale di Cinisello e il Niguarda. L aprovenianza è ancora un mistero ma la rapidita' con cui si è propagata l'epidemia dal 15 luglio nel giro di appena una decina di giorni desta allarme in tutta la popolazione. "Abbiamo coinvolto anche i medici di medicina generale per identificare precocemente eventuali casi sospetti" ha dichiarato l'asessore Gallera " e procedere tempestivamente alla diagnosi. Gli esiti delle analisi di laboratorio saranno disponibili nel fine settimana" Le segnalazioni si sono impennate nel giro delle ultime 24 ore. "La massa ci è arrivata tra negli ultimi due giorni", conferma Giorgio Ciconali, direttore del Servizio sanità pubblica dell'Ats Città metropolitana di Milano.

CROTONE: Medici di famiglia reclutati al pronto soccorso

prontosocc1 thumb other250 250Firmato sabato 21 luglio, un accordo tra l'azienda sanitaria provinciale di Crotone e la Fimmg, per fronteggiare la carenza di medici nel P. Soccorso. dell'ospedale civile San Giovanni di Dio di Crotone. i medici di famiglia disponibili si occuperanno dei codici bianchi . La disponibilta' sara' tutti i giorni dalle 8 alle 22 ed interessera' i codici bianchi individuati dal triage che verranno indirizzati all'ambulatorio Codici bianchi, visitati dal medico di medicina generale secondo l'ordine di accesso e a seconda dei casi, dimessi o rinviati al pronto soccorso per eventuali patologie urgenti rilevate al momento.
Il ricorso ai medici di famiglia si è reso necessario perché, nonostante i ripetuti bandi, a Crotone non si sono trovati medici da contrattualizzare per sopperire all'emergenza di una situazione che al al pronto soccorso di Crotone era, diventata insostenibile sia per i medici, che per i pazienti che, molto spesso, erano costretti a sostare ore nel corridoi di una struttura tra l'altro inadeguata, prima di essere sottoposti alla cura dei sanitari.

PUGLIA : Riforma del 118 fimmg "preoccupata" e non la condivide

118 soccorso spiaggia thumb250 250I medici della Fimmg non e non condividono la imminente riforma del servizio 118 che il governo Emiliano si appresta a varare entro la fine di luglio.
In una lettera, il sindacato Fimmg, il più rappresentativo tra i medici di base, ha preso una posizione netta e dura:
"Non siamo contrari in linea di principio alla nascita della nuova Agenzia per l'Emergenza della Regione Puglia" - dichiara Nicola Calabrese, Segretario Fimmg Bari - "Ma abbiamo serie preoccupazioni circa il passaggio del personale del 118 dal contratto in convenzione alla dipendenza e le risorse che richiederà; ci chiediamo se sia opportuno intervenire su un sistema che si è dimostrato efficiente, sottraendo inevitabilmente risorse - visti gli attuali vincoli di legge - al settore ospedaliero che è in cronica carenza di personale."
L'articolo 2, comma 71, della legge 23 dicembre 2009, n. 191 e successive modificazioni stabilisce infatti che gli Enti del SSN debbano garantire che la spesa del personale, al lordo degli oneri riflessi a carico delle amministrazioni e dell'Irap, non superi il corrispondente ammontare dell'anno 2004 diminuito dell'1,4%. Il vincolo riguarda il personale dipendente del SSR e non il personale in convenzione. Ne consegue che il costo dei medici del 118, attualmente in convenzione, passando alle dipendenze dell'Agenzia regionale dell'Emergenza contribuirebbero al raggiungimento del tetto di spesa per il personale stabilito per legge.
Pertanto, risorse che avrebbero potuto essere destinate a coprire le carenze di personale medico in molti settori ospedalieri verrebbero invece destinate all'assunzione di personale attualmente in convenzione in un sistema come quello del 118 pugliese, che è considerato un'eccellenza a livello nazionale. Secondo i dati forniti dalle società scientifiche di settore, infatti, il tempo medio di arrivo sulla scena per codici rossi e gialli, in area urbana ed extraurbana, è di 16 minuti e 8 secondi, tra i più veloci in Italia; grazie all'elevato indice di medicalizzazione e di infermierizzazione degli equipaggi di soccorso, il 30% di tutti i pazienti viene visitato, trattato e lasciato a domicilio, evitando accessi inappropriati al Pronto Soccorso.
Perché allora intervenire su un settore che funziona, quando altri ambiti della Sanità pugliese soffrono per carenza di fondi e personale?
Inoltre, lo smantellamento di un sistema efficiente come quello del 118 pugliese rischia di causare un impoverimento della rete territoriale, proprio in un momento storico in cui il modello di riferimento per il ssr è quello basato su pochi ospedali e una rete diffusa di servizi sul territorio.
"Così si rischia di impoverire il sistema territoriale - sottolinea Nicola Gaballo, Segretario provinciale Fimmg 118 - "Per risolvere la questione occupazionale non serve passare il personale medico al contratto di dipendenza, quanto piuttosto stabilizzare tutti i medici dell'emergenza-urgenza che hanno contratti precari, accelerando le procedure concorsuali per i contratti in convenzione a tempo indeterminato. Per il soccorritori e gli infermieri precari è invece auspicabile una stabilizzazione all'interno delle ASL di appartenenza, che li sottragga a condizioni di sfruttamento, come oggi, purtroppo, talvolta accade".
Il disegno di legge per l'istituzione della nuova Agenzia dovrebbe essere licenziato dalla giunta prima della pausa estiva .
La riforma si ispira al modello organizzativo in vigore nel Lazio, che sta dando ottimi risultati.

Il provvedimento prevede il superamento dell'assetto attuale, ormai datato 2006, e delle centrali operative territoriali. La "centralizzazione", però, non piace a tutti e sta già incontrando critiche e ostacoli. Vincenzo Damiani

MANTOVA: Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro

guardia-finanza219 medici segnalati dalla guardia di Finanza all'Autorità Giudiziaria per varie ipotesi di reato, dalla truffa alle false dichiarazioni, allo svolgimento di piu' incarichi con il SSN con un danno per le casse dell'Erario di tre milioni di euro. Analizzate posizioni di decine di professionisti in 2 anni dipendenti pubblici convenzionati con il S.S.N, operanti quali medici di famiglia, di guardia medica e del 118 che presentavano delle incompatibilità allo svolgimento di più incarichi nel settore sanitario pubblico e privato. Le investigazioni interessano l'omissione della dichiarazione di incompatibilta' all'atto all'atto della sottoscrizione di un nuovo contratto, mantenendo contemporaneamente più incarichi di lavoro con Enti convenzionati con il S.S.N

SASSARI: OMCEO, E' deceduto il Presidente, Francesco Scanu

francesco scanuÉ con profondo dolore che il Consiglio Direttivo dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Sassari comunica la prematura scomparsa del suo Presidente, il dott. Francesco Pio Scanu.
Il Consiglio Direttivo, la Commissione per gli Iscritti all'Albo Odontoiatri e il Collegio dei Revisori dei Conti ricordano il ruolo svolto dal dott. Scanu con equilibrio, costante saggezza, impegno e dedizione e ne sottolineano la professionalità di medico sempre disponibile all'ascolto e a spendersi in prima persona a tutela della salute dei pazienti e della categoria.
Il personale dipendente partecipa al cordoglio ricordando gli anni di intensa e quotidiana collaborazione.
L'Ordine esprime alla famiglia, con affetto, la propria vicinanza e partecipazione al grave lutto.
La camera ardente sarà allestita da oggi pomeriggio, venerdì 20 luglio, presso la Sala Conferenze "Egidio Depperu" dell'Ordine in via Cavour 71/b a Sassari.
Il funerale si terrà, presso la Chiesa di San Giuseppe a Sassari, domani sabato 21 luglio 2018 alle ore 16.30


TRENTINO: Allarme guardie mediche oltre 40 posti da coprire

guardiacuneoSe l'azienda sanitaria ha coperto tutti i posti vacanti nei 14 ambiti territoriali dove è stata rilevata una carenza per la medicina generale lo stesso non vale per la Continuta' assistenziale dove c'è una carenza di 40 posti di guardia , 13 medici sono stati assunti a tempo indeterminato sul territorio provinciale, ma la richiesta è di 55 figure. Gli incarichi sono stati banditi vacanti lo scorso aprile con una determina del dirigente del Servizio amministrazione del personale Luca Gherardini ed ora solo 21 coperti